SCIENZA & VITA: LE NUOVE SFIDE DELLA GENOMICA IN MEDICINA UN CONVEGNO PER PARLARE DI ETICA, PRIVACY E PUBLIC HEALTH

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Che fine fanno le nostre informazioni genetiche? Chi vi può avere accesso? E per quanto tempo possono essere a disposizione? Cosa giustifica l’opportunità di rendere disponibili i dati che riguardano la nostra salute? Qual è l’approccio corretto verso chi si sottopone a questo tipo di analisi in caso di ‘risultati inattesi’? Avremo diagnosi più precoci e terapie personalizzate? Ma davvero è tutto già scritto nel nostro Dna?
A queste e ad altre domande cercherà di dare risposte il seminario di studi promosso dall’Associazione Scienza & Vita dal titolo: “Le nuove sfide della genomica in medicina. Tra etica, privacy e public health” in programma giovedì 27 novembre alle ore 14,45 nell’autorevole cornice dell’Auditorium ICBSA in via Michelangelo Caetani 32 a Roma.

Interverranno Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Ordinario di Genetica Medica presso la stessa Università e Walter Ricciardi, Ordinario di Igiene, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore -Policlinico Gemelli di Roma, Direttore dell’Osservatorio nazionale per la salute nelle regioni italiane.

“Il sequenziamento del genoma umano ha portato a enormi sviluppi nel settore della genetica umana” – commenta Domenico Coviello, Copresidente nazionale dell’Associazione Scienza & Vita e Genetista all’Ospedale Galliera di Genova, che introdurrà e modererà i lavori – “Molte sono le scoperte scientifiche che hanno portato ad applicazioni dell’analisi del genoma in tutti i settori della medicina. Le nuove tecnologie, quali il Next Generation Sequencing (NGS), che permettono una rapida analisi della sequenza del DNA hanno aperto grandi sfide e che introducono cambiamenti sui percorsi assistenziali e sulle politiche di sanità pubblica. Su questi temi, in particolare sui loro risvolti di ordine normativo, etico e antropologico, è oggi sempre più necessario aprire un confronto profondo e rigoroso”.

L’ingresso alla sala è consentito solo fino al raggiungimento della capienza massima. Per partecipare all’evento si raccomanda quindi di segnalare la propria presenza inviando una mail a segreteria@scienzaevita.org oppure, per i colleghi della stampa, a ufficiostampa@scienzaevita.org

image_pdf
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Pubblicato in Comunicati Stampa